Vai alla copertina di Digital Security

Renfe Cercanias IA

Il progetto RS3 di Renfe contempla la sostituzione di più di 5.000 telecamere di sicurezza analogiche tramite apparecchiature IP. Saranno inoltre installati 500 server e 500 sonde di sicurezza informatica.

Renfe ha lanciato un programma per digitalizzare i sistemi di sicurezza di 483 stazioni di Pendolare per raccogliere, elaborare in modo anonimo e automatizzato migliaia di dati, e integrarli in un'unica dashboard. Questo viene fatto attraverso il sistema Cctv di ogni stazione. L'obiettivo è migliorare la sicurezza e l'esperienza del cliente, sempre dall'adempimento delle norme sulla protezione dei dati.

Il progetto (')Stazione di sicurezza intelligente Renfe' (RS3 ·), che ha un budget di 31,7 milioni di euro e che è stato finanziato con fondi dell'Unione Europea, iniziato alla fine dello scorso anno e dovrebbe culminare in 2024.

Durante questo periodo più di 5.000 telecamere di sicurezza analogiche da telecamere IP, che consentirà la condivisione delle informazioni raccolte attraverso il sistema CCTV in un sistema integrato di analisi video.

Capacità renfe stazioni vicine

Il progetto RS3 prevede l'installazione di 500 server all'avanguardia e rinnovo del sistema operativo, installazioni ed elementi digitali delle stazioni cercanías.

Prevede inoltre l'installazione di circa 500 sonde di sicurezza informatica per il monitoraggio, controllo e analisi degli stessi. L'obiettivo finale è aumentare i livelli di sicurezza digitale e sicurezza informatica.

Il nuovo sistema consentirà alla sicurezza dell'azienda di prendere decisioni migliori, grazie alla dashboard integrata con dati in tempo reale.

Grazie a questo sistema di sicurezza intelligente sarai in grado di sapere cosa sta succedendo nelle stazioni renfe Cercanías in tempo reale. Possono anche essere rilevati, in modo automatizzato, incidenti legati alla sicurezza come la caduta di persone e oggetti sui binari, Fuoco, vandalismo o frode nell'accesso ai servizi.

Il sistema RS3 raccoglie le immagini delle stazioni che sono integrate in un sistema di analisi video, dove vengono elaborati e analizzati con algoritmi di intelligenza artificiale. Successivamente, Le immagini trattate vengono eliminate dal sistema in millisecondi.

Per implementare queste soluzioni Renfe ha assunto aziende di tecnologie di analytics e image intelligence, tra cui è Analisi dell'imozione, una delle start-up accelerata con il programma di innovazione TrenLab Azienda.

Renfe Cercanias IA

CCTV e analisi video

In totale, questo progetto prevede l'installazione di 6.451 dispositivi per la messa in servizio di un circuito chiuso CCTV e una soluzione di analisi video intelligente. Tali dispositivi sono accompagnati da sistemi di controllo degli accessi, apparecchiature elettriche di controllo o elementi di comunicazione per il collegamento delle diverse apparecchiature IP, tra gli altri servizi.

Durante 2021 la progettazione e l'esecuzione degli impianti in un totale di 21 stazioni nel cuore di Cercanías de Madrid; 22 Stazioni a Rodalies Barcelona; 7 stazioni nel cuore di Cercanías de Bilbao; 7 stazioni nel cuore di Valencia e 4 stazioni a Siviglia.

Per quest'anno si prevede che questo miglioramento sarà implementato in 33 stazioni del nucleo di Cercanías de Madrid; 43 di Rodalíes Barcelona; 15 del nucleo di Cercanías de Bilbao e 6 ARIETE (larghezza metrica); 14 del nucleo di San Sebastián; 10 delle Cercanías nelle Asturie e 9 ARIETE; 12 Stazioni RAM di Santander; 17 del nucleo di Valencia; 9 di Siviglia; 11 di Malaga; 8 di Murcia/Alicante e 7 Stazioni di Cadice

Sii socievole, Condividi!
  • blank
  • blank

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti al nostro Feed RSS E non ti perderai nulla.

Altri articoli su , ,
Di • 14 Mare, 2022
• Sezione: Studi di casi, Controllo accessi, Controllo dei sistemi, Rilevamento, Infrastruttura, Reti, Sicurezza urbana, Videosorveglianza