Vai alla copertina di Digital Security

Questa specifica semplifica la maggiore interoperabilità delle telecamere IP o delle applicazioni di analisi con i sistemi di gestione video e una più facile integrazione con i sistemi IoT.

L'iniziativa di standardizzazione globale per i prodotti di sicurezza fisica basati su IP –Onvif– ha presentato Rilascia candidato (Versione candidata) Per Profilo M (Profilo M), una bozza di specifica che standardizza la comunicazione dei metadati e la gestione degli eventi di analisi per le applicazioni intelligenti.

Tra gli altri vantaggi, facilita il percorso verso una maggiore interoperabilità delle telecamere IP o delle applicazioni di analisi con i sistemi di gestione video, nonché una più facile integrazione con i sistemi IoT (Internet delle cose – Internet delle cose).

Il profilo M fornisce un modo standard per comunicare i metadati tra dispositivi o servizi, come telecamere IP o applicazioni di analisi per dispositivi e clienti, software di gestione video (Vm), videoregistratori di rete e servizi basati su server o cloud.

Ciò significa che gli integratori di sistemi e gli utenti finali possono mixare e abbinare in modo flessibile le soluzioni di diversi fornitori di analisi, dispositivi e software per la gestione di servizi video o cloud, insieme alle applicazioni IoT, in un unico sistema.

blank"Il profilo M sarà un profilo Onvif accattivante per i fornitori di fotocamere e VMS, nonché per sviluppatori indipendenti di servizi basati sul cloud, server o periferiche", spiega Sriram Bhetanabottla, presidente del gruppo di lavoro Profile M di Onvif.

L'aumento del numero di applicazioni intelligenti per la sicurezza, I dispositivi IoT "stanno guidando le esigenze di interoperabilità. Le applicazioni del profilo M avranno un'ampia compatibilità, che incoraggerà un'ulteriore crescita del numero e dei tipi di applicazioni e si tradurrà in una scelta ancora maggiore per gli utenti finali", sottolinea questo responsabile.

Onvif Profile M launch candidate supporta la configurazione dell'analisi e l'esecuzione di query sulle informazioni per i metadati, nonché filtrando e trasmettendo metadati. Ha interfacce per la classificazione generica degli oggetti e i metadati specifici della geolocalizzazione, Veicolo, Registrazione, volto e corpo umani.

Il profilo M definisce inoltre le interfacce per la configurazione delle regole per gli eventi, per la gestione di applicazioni che supportano il conteggio delle persone e il riconoscimento di viso e targhe, così come coloro che usano JSON (Notazione dell'oggetto JavaScript) e il protocollo MQTT (Trasporto telemetria qerver coda messaggi) per applicazioni IoT.

OnvifI casi d'uso dei metadati includono l'evidenziazione di oggetti di interesse in un flusso video, mappe di calore in un negozio al dettaglio utilizzando metadati umani e di geolocalizzazione e mappatura dei veicoli in un parcheggio con metadati del veicolo e geolocalizzazione.

I casi d'uso per le interfacce di gestione degli eventi Profile M includono il controllo della folla o la gestione delle code attraverso l'analisi del conteggio delle persone e il controllo degli accessi in un parcheggio con applicazioni di riconoscimento delle targhe.

Per un'applicazione IoT, l'interfaccia di gestione degli eventi Profile M può essere utilizzata, Per esempio, per il controllo della temperatura ambiente, dove una fotocamera profilo M (con supporto MQTT) rileva gli esseri umani in uno spazio e invia un evento Onvif tramite MQTT a una piattaforma o a un'applicazione IoT che, Girare, attiva un termostato intelligente per regolare la temperatura ambiente.

Il profilo M può essere combinato con altri profili video e di controllo degli accessi Onvif per un sistema integrato basato su interfaccia di questa iniziativa di standardizzazione.

Sii socievole, Condividi!
  • blank
  • blank

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti al nostro Feed RSS E non ti perderai nulla.

Altri articoli su
Di • 13 Ottobre, 2020
• Sezione: In fondo, Sicurezza informatica, Servizi