Vai alla Homepage di sicurezza digitale

La necessità di installare un sistema di videosorveglianza è sorto dal grande progetto Pompei, incentrato sulla conservazione, prevenzione, manutenzione e restauro di questa zona dichiarata patrimonio dell'umanità. Un'infrastruttura di supporto di rete è stata creata per questo con 12 anelli di fibra ottica e 88 nodi; e sono stati installati 240 Telecamere D15 e D25, Anche se l'obiettivo è quello di ottenere il 380 squadre in questo anno.

MOBOTIX sicuro Pompeya

Occupa l'area di Pompei 440.000 metri quadrati e comprende gli scavi archeologici di questa antica città romana seppellita dall'eruzione del Vesuvio nell'anno 79 d.C., congelato nel tempo sotto la pioggia improvvisa di cenere e lava che ha conservato per secoli.

In 1997, UNESCO ha dichiarato patrimonio mondiale considerando i resti trovati a Pompei, Ercolano e altre vicine città seppellita dall'eruzione sono una testimonianza vivente della società e vita quotidiana, che è stato conservato praticamente intatto durante 2.000 anni.

Oggi, Pompei sono il gioiello della Soprintendenza di Pompei, un Istituto del Ministero della proprietà., Attività culturali e del turismo con autonomia speciale, Essa si concentra sulla protezione, conservazione e accesso del pubblico ai luoghi del patrimonio culturale.

MOBOTIX sicuro Pompeya

Grande progetto Pompei

La necessità di installare un sistema di videosorveglianza è sorto dal grande progetto Pompei, l'iniziativa del governo italiano progettato per aumentare l'efficacia delle azioni e interventi per proteggere questo sito archeologico attraverso l'elaborazione di un programma di conservazione, prevenzione, manutenzione e restauro.

Un'operazione che era con 105 milioni di euro del FESR e nazionale, che mira a modernizzare il sito archeologico, non solo stabilizzando e restaurare le mura e superfici decorate, ma anche sfruttando il sistema di video sorveglianza per migliorare la sicurezza.

Il progetto, sostenuto e accompagnato da un piano di studi tecnici e scientifici finalizzati ad individuare, Ricerca della conoscenza scientifica e la gestione di operazioni diverse, E ' stato l'annuncio di un'offerta d'appalto per un nuovo sistema di video sorveglianza che è stato infine assegnato al metodo azienda italiana.

MOBOTIX sicuro Pompeya

"Il merito del metodo è la certificazione SOA, Siamo arrivati proprio dalla nostra organizzazione interna complessa e accredita la capacità finanziaria e tecnica dell'azienda per la progettazione e l'attuazione degli appalti pubblici su larga scala. La necessità di implementare un sistema di videosorveglianza era dovuto a vari motivi quali la protezione dei resti archeologici, Essi sono spesso oggetto di furti e atti vandalici, o controllo di turisti", dice Cesare Gonnelli, Vice Direttore dell'azienda.

Il sito archeologico, che è possibile ricevere 15.000 visitatori in un solo giorno (Figura superata solo da Colosseo) soffre, frequentemente dei graffiti, graffi e graffiti sulle pareti e negli affreschi delle case romane, conosciuto come domus, che costituiscono il nucleo del sito archeologico. Questi atti di vandalismo sono commessi intenzionalmente dai turisti con le loro penne e le unghie quando riescono a rimanere tra le mura, anche quando il posto è chiuso al pubblico.

Inoltre, a seguito degli attacchi terroristici, il sovrintendente considerato la possibilità di utilizzare un sistema di videosorveglianza avanzato che va a completare il lavoro fisico delle guardie. "In realtà, una delle priorità era chiaramente identificare i volti delle persone e guardare qualsiasi comportamento anomalo all'interno dell'area, così come abbandonato qualcosa ritenuto potenzialmente sospette", continua Gonnelli.

Come partner di MOBOTIX da 2011, Metoda ha optato per la sua tecnologia per questo progetto "che i requisiti per l'offerta e", infatti, Era l'unica tecnologia in grado di rispondere alle reali esigenze del soprintendente".

MOBOTIX sicuro Pompeya

Il prime video macchine fotografiche ha cominciato a essere installato nel mese di luglio di 2015, la maggior parte di loro D15, con l'eccezione di pochi dieci selezionati D25 per armonizzarsi con l'architettura e lo stile. Nel mese di dicembre, Pompei aveva già la sorveglianza delle 240 telecamere installate in lampioni che circonda il sito archeologico, così come negli interni e pareti esterne della domus. L'obiettivo finale è quello di installare più di 380 telecamere prima della fine di questa estate.

Questo sistema di videosorveglianza è un progetto di it & telecomunicazioni pone sfide importanti, Dato che era necessario creare un'infrastruttura di rete complessa con 12 anelli di fibra ottica e 88 nodi. Questo è stato possibile grazie all'esperienza nelle reti Metoda, Dispone di un reparto esclusivamente dedicato allo sviluppo e all'integrazione dei sistemi informatici e delle telecomunicazioni.

MOBOTIX sicuro Pompeya

Video macchine fotografiche sono in funzione il 24 orario, ma, salvo esigenze particolari e pur avendo un sistema di storage NAS di 700 TB, solo vengono attivati da eventi di non sovraccaricare la memoria. Le registrazioni possono essere visualizzate in seguito a 9 esegue il monitoraggio di 42 pollici in una sala di controllo speciale dotata di quattro postazioni di lavoro per il personale di sicurezza.

Le esigenze richieste da questo progetto sono state soddisfatte, Come riflette il fatto sta cercando di implementare un sistema di analisi video per supportare graffiti e studio misura così comportamenti considerati 'sospetti'. In questo modo che sarebbe possibile prevenire atti vandalici che potrebbero causare danni irreparabili al patrimonio artistico e cultura.


Essere socievole, Quota!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e si perde nulla in.

Altri articoli su
Da • 22 Giugno, 2016
• Sezione: Un fondo, Casi di studio, FOCUS MAIN, Networks, Computer Security, CCTV