Vai alla Homepage di sicurezza digitale

Situato a Varsavia, nel posto che è diventato il ghetto della città durante la seconda guerra mondiale, il Museo è un gioiello di architettura moderno e un simbolo della nuova immagine della capitale polacca che recupera la storia e la memoria di questo popolo, che ha per la vostra protezione con una soluzione completa e personalizzata da Bosch Security Systems.

Polin Museo polacco ebrei Bosch Security

Il quartiere di Muranow, nel centro del vecchio quartiere ebraico di Varsavia, Ospita il Museo di Polin della storia degli ebrei polacchi, che è diventato una struttura prestigiosa a livello mondiale sia per la sua architettura unica, e simbolo della nuova immagine della capitale, per quanto riguarda l'interesse che genera i visitatori per i mille anni di storia degli ebrei polacchi Visualizza.

La posizione di questo museo non è stato frutto del caso. Prima della seconda guerra mondiale, in questo luogo era l'area occupata dalla popolazione ebrea e nel tuo vialetto, Dopo la creazione del ghetto, L'edificio che era il quartier generale della Judenrat era: il Consiglio di governo ebraico stabilito dalle autorità tedesche. Dopo la soppressione della rivolta nel ghetto, i tedeschi qui creato il campo di concentramento, noto come 'Gesiówka'.

Polin Museo polacco ebrei Bosch Security

Tuttavia, Questo posto ha aderito negli annali della storia non solo dai tragici eventi connessi con la guerra. Durante l'anno 1970 e prima il monumento agli eroi del ghetto, che è esattamente di fronte l'attuale Museo, il cancelliere della RFG, Willi Brandt si inginocchiò, in un gesto storico che è stato interpretato come una simbolica scuse dal popolo tedesco nell'Olocausto. Ora, Questo museo moderno e singolare cerca di dare un nuovo look a questo posto, come uno spazio di dialogo e di comprensione.

Progettazione e costruzione di progetto di costruzione è stato scelto tramite un concorso internazionale, È stato conferito a un team di architetti finlandesi, esso ha strutturato con elevato contenuto simbolico. La facciata di vetro omogeneo è attraversata da una fenditura che si riferisce al passaggio biblico del mar rosso per gli Israeliti, e lettere in ebraico e latino sono state integrate in pannelli traslucidi, disposti in modo che formano la parola 'C', con un doppio significato: Polonia e anche 'qui si riposo'.

Polin Museo polacco ebrei Bosch Security

Con queste caratteristiche combinare storia e innovazione, Funzionari del Museo non hanno esitato a sistema sicurezza e protezione del suo patrimonio e questa struttura di continuare sulla stessa linea, con un progetto personalizzato e completo, basato sulla tecnologia di Bosch Security Systems.

La soluzione di sicurezza distribuita prevede l'installazione di sistemi di rivelazione incendio, evacuazione, intrusione, video sorveglianza e controllo accessi, progettato per rigorosi requisiti di sicurezza, in particolare delle autorità di polizia, che può essere ampliato e aggiornato se i requisiti cambiano in futuro.

Per l'installazione del sistema antincendio, Elektroprojekt, partner in questo paese di Bosch, pannelli modulari selezionati, Essi operano con rilevatori di fumo intelligente, e tastiere remote serie 5000 da questo produttore, che ha integrato con l'evacuamento Praesideo, che consente la distribuzione automatica di quattro messaggi di evacuazione diversi in parti specifiche della costruzione.

Polin Museo polacco ebrei Bosch Security

Al fine di garantire un'intelligibilità ottimale in ambienti acusticamente difficili con soffitti alti, Bosch ha fatto una serie di simulazioni nelle camere prima di pianificare il sistema audio. A seconda della posizione, cinque diversi tipi di altoparlanti usati, Compreso, colonne sonore e altoparlanti a soffitto.

Una piattaforma modulare di allarme viene utilizzata per il rilevamento delle intrusioni 5000, con Settecento rivelatori di intrusione per garantire ufficio e aree amministrative, così come la collezione del Museo. Altri settori, non pubblici, sono inoltre garantiti da un sistema di controllo di accesso con driver AMC e alcuni 190 lettori di schede.

Sorveglianza video di telecamere di rete multiple al Museo si basa, tra cui dispositivo tecnologia Starlight, in grado di fornire immagini di alta qualità anche in estreme condizioni di scarsa illuminazione e indipendentemente il moto degli oggetti, È gestito con Bosch Video Management (BVMS). Video Recording Manager viene utilizzato per gestire e gestire i grandi volumi di informazioni generate da questa soluzione aiuta a (VRM), Dal momento che supporta sia carico bilanciamento evitando errori nelle registrazioni delle telecamere.

Tutti i sistemi di sicurezza e protezione di questo museo sono basati su tecnologia IP e sono integrati attraverso il sistema di integrazione edificio da Bosch (BIS), consentendo operazioni centralizzate e gestione allarmi.

Polin Museo polacco ebrei Bosch Security


Essere socievole, Quota!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e si perde nulla in.

Altri articoli su , , ,
Da • 23 Dicembre, 2015
• Sezione: Allarmi, Casi di studio, Il controllo degli accessi, Sistemi di controllo, FOCUS MAIN, Rivelazione, Intrusione, CCTV