Vai alla Homepage di sicurezza digitale

La società tecnologica internazionale spagnola Indra fornirà competenze nella protezione delle infrastrutture nel settore della R D nShield, in sette paesi europei partecipanti, e mira a migliorare la sicurezza della prossima generazione di sistemi embedded per garantire l'affidabilità, sicurezza e riservatezza dei dati sensibili e le applicazioni critiche.

Indra collaborando al progetto nShield, progettato per facilitare l'uso diffuso della tecnologia nei sistemi di sicurezza critici incorporati all'interno. nShield è un'iniziativa di R & S, guidato e finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del 7 ° Programma Quadro, che ha un budget di 13 milioni di euro e ha un tempo di consegna di tre anni. Si tratta di, oltre alla Spagna, Altri paesi europei come l'Italia, Grecia, Norvegia, Ungheria, Svezia e Slovenia. nShield stabilire una architettura di riferimento che consente la composizione dinamica di dispositivi e servizi intelligenti eterogenei per applicazioni di sicurezza. Anche, Essa renderà possibile lo sviluppo di una nuova generazione di sistemi embedded, arricchito con caratteristiche di sicurezza innovative. Anche, forniscono un quadro semantico che corrisponde automaticamente le funzionalità di affidabilità e sicurezza in domini diversi.

Lo scopo nShield è quello di creare una piattaforma di un'applicazione standard costruita su sistemi embedded o per garantire la sicurezza e l'affidabilità delle comunicazioni e trasmissioni rispettando la privacy degli utenti. I sistemi embedded sono applicazioni informatiche, uso regolare nella vita quotidiana, progettato per soddisfare le esigenze di utenti specifici e integrati in altri sistemi di controllo generale. I navigatori GPS dei veicoli, sistemi informativi per treni o aerei, tassametro, sistemi di controllo accessi, l'elettronica che controlla le macchine o impianti che gestiscono il funzionamento dei processi industriali sono alcuni esempi di tali applicazioni.

Con il progetto ancora raggiungere sfide alla sicurezza nShield che prevedono l'uso di questi sistemi, soprattutto in prodotti complessi e delle infrastrutture critiche. nShield fornisce un quadro sicuro per le informazioni contenute dalle applicazioni e le informazioni incorporate trasmessi su reti private e Internet. Per questo, la proposta prevede lo sviluppo di nuove tecnologie SPD (Sicurezza, Vita privata & Affidabilità) che avanzare lo sviluppo e il riutilizzo dei sistemi embedded esistenti, migliorare queste capacità e arricchendoli con una maggiore propensione per l'integrazione in altri sistemi. Anche, questa funzione riduce al minimo i costi e ridurre il tempo incorporato applicazioni di progettazione.

La piattaforma risultante può essere utilizzato in molti scenari di vita quotidiana, anche se inizialmente sarà testato nei settori ferroviario e aereo, nel campo sociale in situazioni legate alla mobilità e reti, e le tecnologie basate a riconoscimento facciale e vocale. In un aereo treno, per esempio, la soluzione fornirà tutto il sistema di sicurezza con condizioni uniche, aggirando i bug e fornire protezione contro eventuali attacchi eseguiti da agenti dannosi. La soluzione crea un quadro sicuro di comunicazione tra i sensori e unità di controllo, evitando ogni possibile manipolazione da parte di hacker. Attraverso un'applicazione completa e integrata, nShield fornisce un ambiente protetto che garantisce la riservatezza e la privacy in tutto il sistema.

Comunicazioni sicure

Indra è responsabile di assicurare sistemi di connettività e di comunicazione affidabili attraverso le reti wireless sono sicure. Altre possibilità, Grazie alla tecnologia della società incorporata applicazioni può essere 'in grado' di rilevare utenti malintenzionati o intrusi nel sistema, trovare modi sicuri per comunicare tra i router o autenticare le risorse di rete senza l'utilizzo di una certificazione entità centrale basata esclusivamente sulle singole certificazioni. La multinazionale tecnologica, anche, sarà responsabile per azionare il prodotto negli scenari scelti per la convalida.

Recentemente, nShield ha raggiunto la seconda tappa del progetto, aver pubblicato l'architettura di riferimento e requisiti durante il riesame annuale tenutasi a Roma lo scorso ottobre.

Il progetto è parte della piattaforma tecnologica europea ARTEMIS, che mira a riunire i principali attori nel campo dei sistemi informatici integrati, tra i diversi settori industriali attraverso 17 Aziende di questa iniziativa. Uno dei suoi compiti principali è stato quello di definire una comune agenda strategica di ricerca, riferimento all'interno dei domini di sistemi embedded, per incoraggiare gli investimenti da parte degli stakeholder del settore.

Partner del progetto

NShield consorzio con la partecipazione di sette paesi dell'Unione europea (Italia, Spagna, Grecia, Ungheria, Slovenia, Norvegia, Svezia) ed è composto da aziende, università e centri di ricerca. I partner sono: Selex Galileo, Ansaldo STS, Acorde Technologies, ISI / ATHENA, Selex Elsag, Tecnalia Research Foundation & Innovazione, Programma I.P.S Sistemi - Eurotech Sicurezza, Hellenic Aerospace Industry, Indra Software Labs, Sistemi di sviluppo integrato, Movation AS, Università Mondragó, Alfatroll, RICERCA-LAB, SESM scarl, Istituto Svedese di Informatica, T2 Data AB, Telcred, THYIA, Università Tecnica di Creta e le Università di Genova, Udina y Roma (La Sapienza).


Essere socievole, Quota!

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra Feed RSS e si perde nulla in.

Altri articoli su
Da • 27 Novembre, 2012
• Sezione: Azienda, Networks, Computer Security